L’Alta Velocità italiana compie 10 anni #10anniav

freccia rossa 10 anni di alta velocità italiana

Con 40 milioni di passeggeri che ogni anno viaggiano sulle ferrovie italiane, l’alta velocità rappresenta, per quanto concerne la logistica, il più grande progetto infrastrutturale dal dopoguerra ad oggi. Nei suoi primi 10 anni questo sistema di trasporto ha “rivoluzionato il viaggio e lo stile di vita delle persone” e si è rivelato un successo sotto numerosi aspetti: ha contribuito all’aumento del PIL, creato nuovi posti di lavoro, incrementato il turismo e ha giocato un ruolo importante nell’incentivare il mercato immobiliare dei centri urbani, senza dimenticare l’importante effetto sulla sostenibilità ambientale, grazie ad un importante abbattimento delle emissioni di anidride carbonica.

Il 3 Giugno scorso l’ad di FS Italiane Gianfranco Battisti, Maurizio Gentile di Rete Ferroviaria, Orazio Iacono di Trenitalia e Aldo Isi di Italferr hanno invitato pubblico e stampa alla Stazione Centrale di Milano per celebrare l’evento ripercorrendo i successi ottenuti dal 2009 ad oggi.

“Le parole chiave della nuova stagioneTrenitalia sono qualità, dinamicità, capitalità, personalizzazione, digital, turismo e nuova flotta  (in particolare nuovi treni regionali, un investimento eccezionale)”, dice Iacono.

10 anni di alta velocità italiana stazione centrale Milano

7mila collegamenti al giorno, un treno in partenza ogni 12 secondi, 190 nuove fermate per incrementare i collegamenti fra le città e stimolare il turismo stagionale, 1.000km attualmente dedicati all’alta velocità e 600 nuovi treni regionali in arrivo, di cui 106 già quest’anno. Questi sono alcuni dei numeri emersi durante l’evento che dimostrano concretamente i risultati ottenuti e gli impegni presi per il futuro.

Un posto d’onore è riservato al comparto delle Frecce, interpreti dell’alta velocità in Italia. Il nuovo Frecciargento ETR 700 collega dal 9 Giungo Milano e Ancona, come parte di un piano più ampio di rafforzamento dei collegamenti con il fronte adriatico, mentre il Frecciarossa ETR 500 si troverà nel 2020 a compiere 30 anni di servizio. 

La progettazione della prima nella famiglia delle Frecce inizia nel 1983 con un’iniziativa curata da Ansaldo, Breda (oggi Hitachirail), Fiat Ferroviaria, ABB Tecnomasio e Firema Trasporti: l’ambizione di portare il trasporto su rotaia nel nuovo millennio. E’ nel 2008, con l’inaugurazione della linea ad alta velocità Milano-Bologna, che l’ETR 500 viene ribattezzato “Frecciarossa”.

Fra le novità più importanti che hanno riguardato questi mezzi, quelle che fino al 2012 erano carrozze ristorante sono diventate vetture Bistrot, dotate di una spaziosa zona bar completa di cucina, ed un’area riservata ai posti a sedere. Il progetto e la realizzazione del CATERING EQUIPMENT sono stati completamente affidati a MULTI RAIL, che si è occupata dell’intero allestimento della zona bar e cambusa: area cottura, celle frigorifere, lavaggio e zona preparazione

Frecciarossa ETR 500 Catering Equipment

Trenitalia celebra i 10 anni dell’alta velocità ripercorrendo i successi ottenuti e presentando le novità in arrivo

RICHIESTA INFORMAZIONI SULLE SOLUZIONI MULTIRAIL PER IL MERCATO RAILWAY