Eurostar: nuovi progetti per viaggiare più “green”

Eurostar train sustainability

© easyinterrail.com

Seguendo il programma annunciato dalla compagnia stessa nel 2007 per un miglioramento continuo in termini di sostenibilità, Eurostar ha finora ridotto l’emissione di gas serra dovuti ai propri servizi di oltre il 40%: ora ogni singolo viaggio produce fino al 90% in cento di CO2 in meno rispetto all’equivalente volo di linea.

L’azienda europea continua dunque sulla strada intrapresa sin dalla sua fondazione: sostenere con decisione il valore ambientale di una scelta consapevole nell’uso dei sistemi di trasporto ed ora che compie i suoi primi 25 anni annuncia due nuovi impegni sul solco del rispetto dell’ambiente.

Eurostar train sustainability

© secretldn.com

 

“Negli ultimi 25 anni, abbiamo aperto la strada alla ferrovia ad alta velocità attraverso la Manica, rivoluzionando i collegamenti tra il Regno Unito e l’Europa continentale. Abbiamo sempre avuto un forte senso di responsabilità per l’ambiente, ma poiché la domanda di viaggi sostenibili diventa sempre più critica, riteniamo di poter alzare il livello” ha affermato Mike Cooper, CEO di Eurostar “Con le nostre ambizioni ambientali offriamo un’alternativa attraente ed ecologica alle compagnie aeree.”

Treni “plastic-free” sono già in servizio tra Londra e Parigi dove tutti i materiali in plastica usa-e-getta sono stati completamente eliminati. A bordo treno vengono quindi utilizzate posate in legno, lattine riciclabili per l’acqua, bottiglie in vetro per i vini, bicchieri di carta per i caffè e confezioni biodegradabili per i cibi.

Il secondo impegno preso è quello di piantare un albero per ogni treno in viaggio sulla rete. A questo scopo sono stati presi accordi con enti come Woodland Trust, ReforestAction e Trees for All per piantare ulteriori 20.000 alberi nelle zone boschive presenti nelle regioni dove opera la compagnia: Regno Unito, Francia, Belgio e Paesi Bassi.

Eurostar train sustainability

© traveldailymedia.com

 

Non ultimo, Eurostar ha recentemente ottenuto la terza stella della Sustainable Restaurant Association (SRA), ente no-profit che supporta le attività nell’ambito della ristorazione che scelgono di adottare metodi e prodotti a maggior sostenibilità. Ottenendo quindi la più alta valutazione possibile, Eurostar conferma le proprie scelte “green” anche tramite la somministrazione di cibo a bordo prestando attenzione a fornire alimenti stagionali, equi e solidali e provenienti da produzioni che rispettino elevati standard ambientali.

Eurostar spegne 25 candeline annunciando maggiore attenzione all’ambiente e nuovi progetti per rendere i propri servizi più sostenibili

RICHIESTA INFORMAZIONI SULLE SOLUZIONI MULTIRAIL PER IL MERCATO RAILWAY