Fotovoltaico e trasporto su rotaia: a che punto siamo

indian solar energy train photovoltaic railstock

© thetechpanda.com

Pvtrain, il primo treno fotovoltaico in Europa

Si tratta di un progetto iniziato da Trenitalia quasi quindici anni fa: applicare moduli fotovoltaici sulla copertura dei convogli per generare energia sufficiente ad alimentare i servizi di bordo come condizionamento, illuminazione, servizi di sicurezza ed elevatori dei pantografi. Pvtrain, come facilmente intuibile, è l’abbreviazione di PhotoVolaic Train e rappresenta il primo tentativo in Europa di sfruttare l’energia solare in ambito ferroviario. Si stima che per ogni kWh di energia prodotta, il fotovoltaico determini 750 grammi di CO2 in meno nell’atmosfera, senza dimenticare che il flusso costante di energia allunga la “vita” degli accumulatori montati sui treni.

Pvtrain train photovoltaic solar energy railstock

© trenomania.org

 

Vili, l’unico treno completamente autoalimentato ad energia solare

Non è un treno come quelli che siamo abituati a vedere sulle piattaforme delle nostre stazioni ferroviarie ma Vili è a tutti gli effetti l’unico treno attualmente completamente autoalimentato da pannelli fotovoltaici montati sulle carrozze. Stiamo parlando di un piccolo treno turistico che unisce due località all’interno di una riserva nei pressi di Budapest completamente alimentato dai pannelli fotovoltaici installati sul tetto e la cui velocità massima non supera i 25km/h ma si tratta comunque di quello che rappresenta un importante esempio di applicabilità di energia solare in ambito ferroviario. 

vili Hungarian photovoltaic train solar railstock

© hungarotrain..hu

 

India, innovazione fotovoltaica a Delhi

E’ già realtà il 1600 HP DEMU, primo treno indiano dotato di pannelli fotovoltaici in grado di far fronte ai fabbisogni energetici di luci, display e sistemi di ventilazione a bordo. Saranno gradualmente integrati altri 250 i treni dotati dello stesso sistema di alimentazione che, sfruttando un regolatore di carica solare MPPT ed una batteria da 120 Ah, è in grado di accumulare energia spendibile anche durante le ore notturne. Secondo quando affermato dalla Indian Railways questo progetto porterà a risparmiare su base annua 9 mila kg di CO2 e 21 mila litri di gasolio.

indian solar train photovoltaic railstock

© financialexpress.com

 

Anche il Regno Unito si dota di una linea ferroviaria solare

South West Railway (SWR) e Riding Sunbeams hanno installato un sistema di alimentazione fotovoltaica presso la stazione di Aldershot, nella contea inglese dello Hempshire. Il piano concretizzatosi solo lo scorso Agosto consiste di 135 pannelli fotovoltaici installati su treni abbandonati lungo la linea che immettono l’energia raccolta direttamente nella rete. In questa fase iniziale il sistema è in grado di alimentare soltanto luci e dispositivi di segnalazione ma quello che veramente conta per le aziende coinvolte sono i dati raccolti, con i quali si conta di arrivare presto a sviluppare una tecnologia in grado di convogliare l’energia solare nei sistemi di trazione dei locomotori.

UK solar energy train photovoltaic railstock

© railway-technology.com

 

Treno solare al servizio dei surfisti in Australia

La Byron Bay Railroad Company ha predisposto un treno alimentato ad energia solare per i turisti e i surfisti che percorrono i 3km di rotaie tra il centro di Byron Bay e il resort Elements e di cui potete leggere in maniera più estesa nel nostro articolo dello scorso Settembre.

Byron Bay Solar Energy Train

Byron Bay Solar Energy Train © byronbaytrain.com.au

L’energia solare rappresenta probabilmente la fonte rinnovabile per eccellenza, ma quali sono le sue attuali possibilità di utilizzo? Alcuni esempi di realtà già operative 

RICHIESTA INFORMAZIONI SULLE SOLUZIONI MULTIRAIL PER IL MERCATO RAILWAY