Treni storici: sul convoglio presidenziale con il FAI

treno presidenziale treni storici

Treno presidenziale – ph. Stefano Cremisini © FAI Fondo Ambiente Italiano

Nel 1925 il re Vittorio Emanuele III emise un bando per la realizzazione di un lussuoso treno da utilizzare durante i viaggi ufficiali. Al concorso parteciparono Ansaldo, Piaggio, Breda e FIAT ma fu quest’ultima ad aggiudicarsi la commessa, affidando il progetto a Giulio Casanova, architetto esponente della corrente liberty italiana che insegnò come docente di ornato presso l’Accademia Albertina dal 1920 al 1940. L’artista seppe disegnare un treno dall’arredo sfarzoso decorato con stucchi, fregi, legni preziosi e lavorazioni in oro.

Il treno, consegnato nel 1928, era composto di tre carrozze principali lunghe quasi venti metri: due ad uso rispettivamente del re e della regina ed una adibita a sala da pranzo. A queste andavano ad aggiungersi altre nove vetture disegnate in stile più moderno e destinate ai principi ed altri notabili.

Durante la seconda guerra mondiale diversi vagoni andarono distrutti o danneggiati ma nel 1948 le Officine FS di Porta Prato e di Voghera li riconsegnarono rinnovati e privi degli stemmi di casa Savoia per convertire il convoglio in treno presidenziale.

treno presidenziale scompartimento

Treno presidenziale – scompartimento – ph. Stefano Cremisini © FAI Fondo Ambiente Italiano

Nel 1989 il presidente Francesco Cossiga fece dono al Museo Nazionale di Pietrarsa di alcune vetture mentre nel 2004 Carlo Azeglio Ciampi fu l’ultimo presidente a viaggiare su questo storico treno, per raggiungere Livorno dopo essere partito dalla capitale.

Questa in breve la storia del treno presidenziale, storia che il FAI (Fondo Ambiente Italiano) assieme a Fondazione FS Italiane ha permesso di rivivere agli iscritti che giovedì 6 Giugno erano presenti al tour organizzato presso la stazione Termini di Roma. La visita ha riportato all’attenzione del pubblico alcuni ambienti quali la sala da pranzo reale, le camere da letto del re e della regina, una carrozza adibita ad ufficio stampa, una carrozza di prima classe ed un vano cuccette.

La visita al treno presidenziale rimane un evento eccezionale dal suo ultimo viaggio 15 anni fa ma è ancora possibile assaporare il gusto retrò di un viaggio su antiche vetture di lusso con i molti altri treni storici ancora in circolazione. Su tutti, l’intramontabile Orient Express rimane un’icona che riporta subito alla mente l’eleganza degli anni ’20 e ’30: ancora attivo nello storico percorso del 1883 da Parigi ad Istambul, l’Orient Express promette un viaggio indimenticabile con i suoi interni raffinati, il classico tè delle cinque o il menù a base di tre o quattro portate offerto dalla rinomata cucina di bordo, il cui revamping è stato curato da MULTIRAIL.

Orient Express refrigerated catering area

Orient Express e refrigerated catering area

Il FAI in collaborazione con la Fondazione FS Italiane invita gli interessati ad un tour su uno dei più famosi treni storici d’Italia

RICHIESTA INFORMAZIONI SULLE SOLUZIONI MULTIRAIL PER IL MERCATO RAILWAY